Amazfit

Amazfit GTR 3 Pro – Recensione Completa

amazfit gtr 3 pro recensione

Amazfit GTR 3 Pro è un modello di smartwatch che, come il suo predecessore, punta ad essere l’elegante rivale dell’Apple Watch, seppur con un design più classico e arrotondato, ed è l’orologio più interessante che l’azienda abbia lanciato fino ad oggi e, come tale, ha l’ardua missione di alzare l’asticella.

design amazfit gtr 3 pro

Amazfit è un brand che, come abbiamo già accennato nella recensione della T-Rex, ha in catalogo moltissimi modelli e ogni mese ne vengono presentati di nuovi. Il modello GTR 3 Pro che a breve andrò a recensire ha ricevuto molti upgrade rispetto al suo predecessore, sia in termini di software che in termini di hardware. Sei curioso di sapere quali? Continua a leggere.

Amazfit GTR 3 PRO Smartwatch Orologio Intelligente Alexa Integrato, 150 modalità di Allenamento con...
  • 【Libera le tue Mani con Alexa e l'assistente Vocale Offline】 Imposta facilmente un...
  • 【Un Partner di Fitness con Oltre 150 Modalità Sportive】 Che tu sia un giocatore di...
  • 【GPS ad Alta Precisione e Resistenza All'acqua 5 ATM】 L'orologio sportivo Amazfit GTR...

Amazfit GTR 3 Pro: il design

L’Amazfit GTR 3 Pro è un orologio realizzato in alluminio la cui cassa misura 46 millimetri. È, quindi, un grande orologio che non starà bene sui polsi più piccoli. Se il nostro polso non è grande o medio, è meglio cercare un’altra alternativa. La finitura è buona e premium al tatto, anche se non tanto quanto altri orologi che, va detto, sono un pò più costosi.

Non è particolarmente spesso, appena 11 millimetri. Inoltre non è pesante, in quanto pesa 32 grammi. È un orologio che si sente bene al polso, facile da indossare e che difficilmente ci accorgeremo di indossare.

Sul lato destro abbiamo due pulsanti, entrambi personalizzabili. Quella superiore, che è anche una corona rotante, serve per aprire l’elenco delle applicazioni e, se la lasciamo premuta, apriamo l’app che vogliamo. Quello superiore è configurato per impostazione predefinita per aprire l’app di formazione, ma può essere modificato in qualsiasi altra cosa. Ruotando la corona possiamo scorrere i menu mentre l’orologio ci fornisce un feedback sotto forma di vibrazione. È bello, funziona molto bene ed è bello che Amazfit lo abbia implementato.

Sul lato destro abbiamo i microfoni e sul lato sinistro abbiamo l’altoparlante. Insomma, è un orologio ben rifinito, semplice e funzionale. Non ha grandi vanti, ma non ne manca nemmeno di più.

Il Display

È, senza dubbio, uno dei punti più sorprendenti dell’orologio in quanto è uno degli schermi più grandi che abbiamo trovato su un orologio circolare. È ancora più piccolo dell’Amazfit GTS 3, che è di quasi due pollici, ma è uno schermo enorme.

schermo amazfit gtr3 pro

L’Amazfit GTR 3 Pro monta un pannello AMOLED da 1,45 pollici con risoluzione 480 x 480 pixel, uno dei più alti che abbiamo visto fino ad oggi. Ciò si traduce in 331 pixel per pollice, una densità eccezionale che rende quasi impossibile vedere un pixel a distanza di sicurezza. Il vetro è temperato e ha una protezione anti-impronta che, francamente, vorrei che funzionasse un pò meglio.

L’Amazfit GTR 3 Pro è dotato di della regolazione automatica della luminosità, questa si adatta molto rapidamente quando la luce intorno a noi cambia e la visibilità in pieno giorno è squisita.

Per quanto riguarda la personalizzazione, dall’app è possibile accedere a più di 150 quadranti di ogni tipo, colore e formato. Alcuni sono animati e possono essere personalizzati. In breve, è uno schermo molto bello, ed è un piacere da usare. È enorme, sembra scandaloso, ha una risoluzione eccezionale e risponde perfettamente ai gesti.

quadranti amazfit gtr3 pro

Funzioni Principali

Amazfit GTR 3 Pro è compatibile con iOS 12 o versioni successive o Android 7.0 o versioni successive, il che lo rende praticamente compatibile con quasi tutti i dispositivi mobili.

Il sistema operativo è Zepp OS, la cui interfaccia è simile a quella che conosciamo da altri orologi Amazfit, solo ora è stato migliorato per essere più intuitivo e visivo. Tuttavia, è ancora un sistema operativo relativamente semplice, quindi mancano le app di terze parti.

L’orologio include tutto il necessario per sfruttarlo al meglio e altro ancora. Oltre a tutte le applicazioni per la salute, di cui parleremo tra poco, abbiamo un’app telefono (per effettuare chiamate direttamente dal polso), un’app musica (perché sì, l’orologio ci permette di memorizzare musica, audiolibri, podcast o qualsiasi altro file audio nei suoi 2,3 GB di memoria), una bussola, un barometro, un sensore di temperatura, un’app task, note vocali, un timer pomodoro e un’opzione per controllare a distanza la videocamera mobile.

Ascoltare la musica su GTR 3 Pro

L’app musicale ci consente di importare dall’app i contenuti memorizzati sul cellulare. Se invece ascolti musica da piattaforme di streaming, puoi solo controllare la riproduzione, non scaricare i brani in memoria. L’orologio è in grado di riprodurre musica direttamente dall’altoparlante, anche se il suono è quello che è: forte, ma non esattamente nitido.

musica su quadranti amazfit gtr3 pro

Le telefonate

Un aspetto interessante è quello delle chiamate Bluetooth. A differenza delle generazioni precedenti, Amazfit ha scelto di rimuovere questa caratteristica dai modelli standard e l’ha riservata alla versione Pro. In poche parole, questa opzione ci permette di effettuare e ricevere chiamate direttamente dall’orologio, cosa abbastanza interessante. Il problema è che non ha eSIM, quindi dovremo avere l’orologio collegato al cellulare.

La chiamata suona attraverso l’altoparlante dell’orologio, ma la sua qualità può essere migliorata. Non è la migliore esperienza, ma va bene per rispondere a chiamate occasionali senza dover tirare fuori il telefono dalla tasca.

Le notifiche

Per quanto riguarda la gestione delle notifiche, l’orologio ci permette di ricevere le notifiche da qualsiasi app direttamente al polso. Possiamo però solo consultare il contenuto e basta, non c’è la possibilità di rispondere ai messaggi o alle email.

D’altra parte, va notato che il dispositivo ha Alexa come assistente vocale. Questo ci permette, purché connesso alla rete mobile o WiFi, di impartire ordini e richiedere informazioni.

alexa su quadranti amazfit gtr3 pro

Monitoraggio della salute

Amazfit GTR 3 Pro ha un sensore PPG BioTracker 3.0 con sei fotodiodi e due LED in grado di monitorare la nostra frequenza cardiaca a intervalli fino a un minuto, il livello di ossigeno nel sangue in tempo reale, il sonno e lo stress. Ha anche una caratteristica interessante che è l’analisi one-touch: in soli 45 secondi analizza la frequenza cardiaca, lo stress, il livello di ossigeno nel sangue e la respirazione.

La frequenza cardiaca può essere misurata ogni minuto o ogni cinque, dieci o 30 minuti. Maggiore è la frequenza, maggiore è il consumo della batteria. Le prestazioni del sensore ci sembrano precise, ma sia in questa che nel resto delle metriche conviene prendere i dati con una pinzetta poiché né questo né nessun dispositivo di questo tipo è un dispositivo medico. Il report dell’app è molto completo e fornisce molte informazioni.

salute su quadranti amazfit gtr3 pro

Il livello di ossigeno nel sangue , nel frattempo, può essere misurato in tempo reale, il che aumenta notevolmente il consumo della batteria. È bello avere a portata di mano questa metrica, soprattutto se ti piace l’alpinismo o le escursioni in alto, ma i test dell’ossigeno nel sangue tendono a essere imprecisi se muovi il polso durante il monitoraggio. Ecco perché le sue prestazioni sono migliori di notte.

Per quanto riguarda il sonno, l’orologio controlla perfettamente quando andiamo a dormire e quando ci svegliamo. Dall’app possiamo vedere il tempo che abbiamo trascorso in ogni fase, come è cambiata la nostra respirazione e come è cambiata la nostra frequenza cardiaca. L’app offre anche suggerimenti per dormire meglio e confronta il nostro sonno con la media degli altri utenti.

Fare sport con Amazfit GTR 3 Pro

Amazfit GTR 3 Pro è in grado di monitorare fino a 150 modalità sportive e tutte sono accessibili dall’orologio, non come accade in altri orologi e quantificando i braccialetti che consentono solo alcuni pre -installati da indossare.

Ha tutto, letteralmente. Per il monitoraggio, è in grado di monitorare giochi da tavolo, scacchi, bridge. Ovviamente, ci aiuterà a monitorare le nostre corse all’aperto, le sessioni in palestra, il calcio e altre attività sportive.

Durante la sessione di allenamento possiamo vedere un’ampia gamma di parametri in tempo reale, come velocità, distanza o andatura. Allo stesso modo, possiamo controllare la riproduzione della musica scorrendo verso sinistra.

Avendo un chip GPS integrato, possiamo correre senza portare il telefono. Il GPS ha dimostrato di essere sorprendentemente preciso e ha registrato il percorso senza troppi problemi. Ci vuole un po’ per notarlo, ma una volta fatto, la connessione è stabile. Ovviamente, dobbiamo tenere a mente che l’utilizzo del GPS più a lungo del necessario consumerà la batteria più velocemente.

La batteria

All’interno dell’Amazfit GTR 3 Pro abbiamo 450 mAh che, secondo l’azienda, ci permette di raggiungere fino a 12 giorni di autonomia. Tuttavia, ciò dipenderà da come utilizziamo l’orologio e da come è configurato.

la batteria di quadranti amazfit gtr3 pro

Noi, che l’abbiamo sempre connesso al cellulare, con il sensore che rileva le metriche in tempo reale e utilizzando di tanto in tanto il GPS, abbiamo raggiunto i cinque giorni. È ciò che Amazfit considera uno scenario di utilizzo intensivo. Se non siamo interessati ad avere il sensore funzionante 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e non utilizziamo il GPS, è molto probabile che riusciremo a raggiungere quei 12 giorni di autonomia promessi.

Per quanto riguarda la ricarica, viene effettuata per mezzo di una base a spillo che si adatta solo in una posizione sull’orologio. Non è il più comodo, ma funziona. L’orologio impiega poco meno di due ore per caricarsi completamente, il che non è un dramma se teniamo conto della sua autonomia finale.

Pro e Contro di Amazfit GTR 3 Pro

Pro Contro
Lo schermo è enorme e sembra incredibile. × Non c’è ancora un ecosistema di app per ampliare le funzioni.
Ha integrato il chip GPS. × Non ha NFC.
Buona l’autonomia, che raggiunge risultati soddisfacenti anche con un uso intensivo.

Conclusioni

Amazfit GTR 3 Pro è uno dei migliori che Amazfit abbia fatto fino ad oggi.

È ancora un orologio relativamente semplice, in quanto manca di un vero e proprio ecosistema di applicazioni, ma è davvero completo nel campo della salute e dello sport. Inoltre, la sua autonomia accompagna, in quanto è in grado di offrire fino a cinque giorni di utilizzo dell’orologio al massimo, cosa che i migliori smartwatch sul mercato con WearOS e Watch OS non sono ancora in grado di fare.

VEDI I PREZZI SU AMAZON

 

Leave a Comment